Pubblicate le linee guida del bando Al via per la valorizzazione degli investimenti aziendali in Lombardia

In attesa del decreto attuativo Regione Lombardia ha reso note le linee guida del bando ”Al Via”, misura con la quale intende supportare nuovi investimenti da parte delle imprese al fine di rilanciare il sistema produttivo e facilitare la fase di uscita dalla crisi socio-economica che ha investito anche il territorio lombardo.

Beneficiari

PMI con sede operativa in Lombardia, operative da almeno 24 mesi.

Ambiti d’intervento

il bando incentiva gli investimenti produttivi per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo. Le linee di intervento sono due:

  • linea sviluppo aziendale: investimenti da realizzarsi nell’ambito di generici piani di sviluppo aziendale
  • linea rilancio aree produttive: investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo legati a piani di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive, tra cui, a titolo esemplificativo, quelli in aree urbane compromesse o in aree dismesse, degradate o sottoutilizzate, attraverso una riqualificazione del patrimonio edilizio esistente per cui è previsto un coinvolgimento propositivo delle pubbliche amministrazioni, tra cui i Comuni

Per entrambe le linee occorre che gli investimenti siano posti in relazione con una delle Aree di Specializzazione previste dalla Strategia di specializzazione intelligente regionale (S3), che verranno meglio individuate e delineate nel bando attuativo.

Spese ammissibili

Linea sviluppo aziendale

a) macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive

b) sistemi gestionali integrati (software & hardware)

c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione

d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati

Le voci di cui alla lettera d) non potranno superare complessivamente il 20% delle spese ammissibili. Sulla linea sviluppo aziendale sono ammissibili spese fino ad un massimo di 3 milioni di euro per impresa.

Linea rilancio aree produttive

a) macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive

b) sistemi gestionali integrati (software & hardware)

c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione

d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati

e) proprietà/diritto di superficie in relazione ad immobili destinati all’esercizio dell’impresa

Le voci di cui alle lettere d) ed e) non potranno superare complessivamente il 50% delle spese ammissibili. Sulla linea rilancio aree produttive sono ammissibili spese fino ad un massimo di 6 milioni di euro per impresa con un massimale di 3 milioni di euro per le voci di spesa a), b) e c) e 3 milioni di euro per le spese di cui alle lettere d) ed e).

Agevolazione

L’intervento agevolativo si compone di:

  • finanziamento a medio-lungo termine erogato da Finlombarda e dagli intermediari finanziari convenzionati
  • garanzia regionale gratuita sul finanziamento
  • contributo a fondo perduto determinato come percentuale del totale delle spese ammissibili

Il finanziamento sarà compreso tra un minimo di euro 50.000,00 e un massimo di euro 2.850.000,00 con un tasso di interesse pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda e dagli intermediari convenzionati.

Per quanto riguarda il contributo a fondo perduto:

  • linea sviluppo aziendale: fino al 10% delle spese per investimenti standard. Per investimenti incentivati fino al 15% delle spese. Gli investimenti incentivati sono quelli in modelli di manifattura 4.0, programmi di investimento che dimostrino rilevanza della capacità aggregativa, programmi di investimento che prevedano la presenza di sistemi di certificazione ambientale, programmi di investimento realizzati nella riconversione dell’area Expo.
  • linea rilancio aree produttive: fino al 15% delle spese per investimenti da realizzarsi nell’ambito di piani di sviluppo aziendale inseriti all’interno di progetti di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive

Termini di presentazione delle domande

In attesa del decreto attuativo, al momento non è ancora stata comunicata la data in cui sarà possibile presentare le domande.

Contattaci per maggiori informazioni

4 + 4 = ?